martedì 2 novembre 2010

RAW o JPEG ?

raQuale annoso dilemma ? :-)
E' una domanda che spesso ho sentito porre sia a me che ad altri fotografi professionisti e non... "Quando scatto è meglio un formato RAW o JPEG ?".
Diciamo subito che la risposta perfetta non esiste, molto dipende dalle esigenze di ognuno e un pò dalla voglia che si ha poi di lavorare i files in post-produzione. Io per esempio scatto nel 90% dei casi in formato RAW, tranne quando non ho particolari esigenze di dover poi modificare i miei scatti in post-produzione o quando ho la necessità di dover utilizzare immediatamente i miei scatti (per spedirli, condividerli o altro).
Facciamo un attimo di chiarezza, con questo non voglio dire che scattando in JPEG la qualità delle foto sia peggiore, dico solo che si deve mettere in conto di avere un file "ridotto" a livello di dimensioni e di quantità di "informazioni" per un eventuale lavorabilità in post-produzione.
Un file RAW è invece più similare al vecchio "negativo" analogico e va quindi successivamente "sviluppato" con gli appositi programmi di fotoritocco per far si che sia poi utilizzabile in qualche modo. Il procedimento per ottenere il JPEG finale è quindi leggermente più lungo, ma avere a disposizione il RAW vi permette di poter modificare tantissimi parametri importanti della foto senza perdere in qualità.
Va anche detto che per poter lavorare un RAW è necessaria una buona padronanza degli strumenti di ritocco e bisogna avere a disposizione tanto spazio su disco per l'archiviazione dei files stessi.
Quindi ora starete pensando che tutti i fotografi professionisti utilizzano il RAW come formato per i loro scatti... ebbene no ! Molti fotografi famosi, preferisco scattare direttamente in JPEG, ovviamente perchè hanno meno necessità di dover elaborare successivamente i files in quanto i loro scatti sono già praticamente perfetti :-)
Ma non è solo questo, come dicevo prima, molto è legato al tempo a disposizione poi per un eventuale lavoro di post-produzione e archiviazione e anche ad una questione di abitudine. Io stesso quando devo realizzare un reportage che ha tempi molto stretti, evito il file RAW (anche per pigrizia), perchè avendo il JPEG a disposizione, posso già condividerlo o spedirlo senza troppi ritocchi a chi di dovere.
Quindi, quando utilizzare il RAW ? Beh da parte mia, la scelta va essenzialmente nelle foto di posa o di eventi che non richiedono poi tempi ristretti per l'elaborazione degli scatti. Ovviamente uno scatto sbagliato, rimane uno scatto sbagliato, anche se con il RAW qualche possibilità in più di recuperarlo esiste, ma pagando un prezzo pesante in termini di tempo di lavorazione ovviamente...
Avete le idee più chiare ora ? :-)
No ??? Allora scrivetemi pure ! :-)

Enjoy your photos !!

Nessun commento: